FERENTINO. APPROVATO IL BILANCIO DI PREVISIONE, ORA SI GUARDA AL FUTURO

Antonio Pompeo

Approvato dal consiglio comunale di Ferentino il bilancio di previsione. Un documento che certifica lo stato di buona salute della casse cittadine. Non è previsto l’aumento delle tasse e soprattutto verrà prestata attenzione alle fasce deboli.  Un bilancio che permetterà all’amministrazione Pompeo di programmare interventi e sviluppo, come nuove opere, ulteriori servizi,  garantendo anche una efficace gestione dell’ordinario, a partire dalla manutenzione delle strade, delle scuole, delle prestazioni sociali e dell’offerta culturale.  <Un bilancio – per il sindaco Antonio Pompeo – che si inserisce a metà del mandato di questa amministrazione, mettendone in evidenza la capacità di saper coniugare rigore nell’utilizzo delle risorse e lungimiranza nel costruire una città che guarda con ottimismo e fiducia al futuro>. Entrando nello specifico dei provvedimenti previsti, emerge che le aliquote tributarie locali sono rimaste invariate, alcune delle quali diminuite. E’ il caso dell’Irpef, esentata, attraverso un Regolamento, per i redditi inferiori a 10mila euro; la riduzione della Tosap pari al 50% e rivolta alle attività temporanee per sostenere il commercio, in particolare i bar, per cui sarà più conveniente disporre tavoli e sedie all’esterno dei locali; i banchi del mercato settimanale, ma anche i negozi per l’esposizione della merce. La misura, inoltre, interesserà anche i ponteggi esterni per le attività legate all’edilizia. A queste misure, va aggiunta l’esenzione Tasi per la prima casa e tutta una serie di interventi migliorativi sulla fiscalità IMU. In tema di commercio, sono previste forme d’incentivi per aprire nuove attività, che saranno oggetto di uno specifico regolamento. Un ulteriore regolamento disciplinerà la concessione di contributi per le bonifiche ambientali, in particolare dell’amianto. Inoltre, va aggiunto l’approvazione  di un provvedimento per la rateizzazione dei debiti tributari. E poi ci sono le scuole: su tutti i plessi gli interventi sono continui e costanti. La manutenzione e la riqualificazione sono anche strumento di valorizzazione per il nostro patrimonio storico e artistico.  < Crediamo in un sistema di welfare reale, soprattutto in un momento storico come questo>, chiosa il primo cittadino Pompeo>.

 

 

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI