Ferentino. Il bilancio di Pompeo dopo la riunione dell’Assise. Dup e Ares 118 in primo piano

Si è tenuta oggi la seduta del Consiglio comunale di Ferentino, la terza per l’amministrazione bis del sindaco Antonio Pompeo. Tutti approvati a larga maggioranza i punti all’ordine del giorno, argomenti di natura finanziaria e amministrativa che potranno permettere alla compagine guidata da Antonio Pompeo di programmare e realizzare i tanti progetti e le opere in cantiere. In particolare, via libera alla verifica dello stato di attuazione dei programmi 2018-2020, pienamente in linea con quanto precedentemente indicato, e all’approvazione del Dup 2019-2021.
Si conferma, dunque, anche per i prossimi anni il “modello Ferentino”, fatto di attenzione e programmazione, conti in ordine, pressione fiscale che scende e interventi nei settori principali che interessano i cittadini: le opere pubbliche, l’urbanistica, i servizi sociali, il commercio, la cultura, l’ambiente e il turismo, le scuole, la sicurezza, la valorizzazione la diffusione della pratica sportiva e l’attenzione a coloro che vivono situazioni di difficoltà.
Oltre alla realizzazione e completamento di opere pubbliche  strategiche sono previste maggiori risorse per le borse di studio “Il Meritevole” e per l’assegno per il servizio civico. Sui servizi, la creazione di una Cittadella della salute e di un polo formarivo. Non mancheranno, inoltre, nuovi parcheggi, l’attenzione al decoro urbano e alla messa in sicurezza delle strade, piazze e aree di incontro e socializzazione, con particolare riguardo alle zone periferiche, tutela del verde pubblico e aumento della raccolta differenziata. Sul commercio, sostegno alle attività con ulteriori incentivi.
“Conti in ordine, programmazione efficace, risultati concreti e verificabili – ha detto il sindaco Antonio Pompeo – si conferma lo stato di salute ottimale delle casse cittadine, che ci permettono sia di realizzare le tante opere e i diversi progetti che abbiamo predisposto, sia di guardare con serenità alle iniziative da porre in essere in futuro”.
Il Consiglio ha infine approvato un ordine del giorno sul servizio Ares 118, con il quale si chiede di garantire l’operatività della sede di Frosinone, mantenendo in essere un servizio fondamentale per i cittadini e di assicurare, in ogni piano di riorganizzazione dei servizi sanitari, il rispetto dei territori e del diritto dei cittadini alla parità di accesso alle prestazioni.
Cinzia Cerroni
CONDIVIDI