Ferentino. Sabato il primo congresso di Sinistra Italiana

Roma 21/02/2016, giornata conclusiva di ' Cosmopolitica ' convention dei movimenti e dei partiti della sinistra, organizzata da SI Sinistra Italiana. Nella foto

Si svolgerà sabato 8 aprile al “Planet Garden Club” di Ferentino alla presenza di Loredana
De Petris, senatrice e garante nazionale, il primo congresso provinciale di Sinistra Italiana
di Frosinone. L’assemblea avrà inizio alle 14.30 con la relazione introduttiva del Garante e terminerà intorno alle 20 dopo aver eletto gli organismi provinciali previsti dallo Statuto: assemblea provinciale, segretario e tesoriere provinciale, presidente del collegio di garanzia, i sedici delegati all’Assemblea regionale.
Il congresso provinciale segue quello fondativo nazionale di Rimini tenutosi dal 17 al 19
febbraio scorso e che ha visto la partecipazione di ben otto delegati del frusinate e l’elezione
di Nicola Fratoianni alla carica di Segretario nazionale. Al congresso saranno presenti le principali realtà associative, politiche e sindacali del territorio per avviare un continuo confronto sulle principali questioni in molti casi già affrontate nella fase precedente alla costituzione del partito attraverso incontri e iniziative sul territorio.
La provincia di Frosinone è tra le realtà italiane dove Sinistra Italiana ha suscitato più entusiasmo e partecipazione dimostrato dall’elevato numero di iscritti e di iniziative sul territorio, come quella del 4 Aprile presso il salone di rappresentanza del palazzo della provincia di Frosinone, dove, Elisabetta Piccolotti, dirigente nazionale del partito, ha partecipato al convegno “Libera il lavoro” promosso dalla CGIL.
Tra i temi presi in determinata considerazione da Sinistra Italiana in provincia quelli relativi
alla sanità, all’ambiente, al lavoro con particolare attenzione alla drammatica situazione
della vertenza del Frusinate. Il partito, e ciò verrà ribadito durante l’iniziativa di sabato, si pone come alternativa alle politiche che in Ciociaria e in Italia hanno caratterizzato l’azione dei governi regionali e nazionali a guida PD.

CONDIVIDI