Frosinone. Stop all’immigrazione, lettera al prefetto Mario Morcone

Basta immigrati a Frosinone. Lo chiede a gran voce il consigliere comunale e provinciale Danilo Magliocchetti che scrive a Mario Morcone illustrando una situazione al limite della tollerabilità.
Nel ribadire come sia doveroso portare avanti politiche di accoglienza, Magliocchetti sottolinea come una parte dei migranti abbia assunto comportamenti positivi, cercando la giusta integrazione in città, ma una parte comunque importante di queste persone, invece, crei enormi problemi di convivenza con i cittadini di Frosinone, giustamente esasperati, in particolar modo nelle ore notturne. Arrivando, addirittura, ad infastidire le persone, specie quelle del vicinato, in spregio alle comuni regole di civile convivenza e di rispetto per le altrui culture e modi di vita.
L’integrazione, quella vera e tanto reclamata, deve essere impostata sul reciproco rispetto. Non si può pensare di cambiare le proprie regole ed a casa propria, solo perché queste non sono gradite o ben comprese ad altre comunità, comunque ospiti a Frosinone.
La notte, scrive il consigliere, è fatta per dormire e non per fare gazzarra o turbare la pubblica quiete, fuori o dentro casa. Se una donna desidera fare una passeggiata di sera, deve sentirsi libera di poterlo fare, senza essere infastidita da gruppi di ragazzotti.
Ed ancora, non si può essere approcciati, ogni giorno, a volte anche in maniera sgarbata, da decine e decine di questuanti presenti davanti ad ogni supermercato, semaforo, o bar, o esercizio pubblico del capoluogo.
Questa situazione, facilmente documentabile e riscontrabile, non può essere più tollerata. La città di Frosinone sta accogliendo e gestendo un numero rilevante di immigrati e non può più accoglierne di altri.

CONDIVIDI