Isola Del Liri. Vaccinazioni in tilt, l’affondo di Quadrini

Gianluca Quadrini

I disagi nel centro vaccinazioni di Isola del Liri non si placano. Ancora una volta a provocare l’ira di genitori recatisi su appuntamento presso lo stabile ex Inam è stata la mancanza di personale addetto alle vaccinazioni. Un cartello sulla porta dell’ufficio vaccini avvisava, infatti,della chiusura improvvisa. Le problematiche che soffre lo stabile ex Inam di Isola del Liri sono note e se alle criticità serie del servizio vaccinale ivi collocato, di carenza di personale, sottodimensionamento dell’organico e dei lunghi tempi di attesa si aggiungono quelle logistiche, in merito alla sicurezza statica del fabbricato e alla inadeguatezza delle misure di sicurezza antincendio con riferimento alla sicurezza sul lavoro, l’impresa diventa titanica. Ritengo –dichiara il consigliere provinciale e presidente della XV Comunità montana Valle del Liri ing. Gianluca Quadrini- che bisogna trovare il modo di mettere le strutture pubbliche in condizione di poter adempiere al loro compito senza far ricadere ogni volta tutto il peso sul personale sanitario costretto ogni giorno a dover fare i salti mortali per rispondere alle mille necessità degli utenti”. “Non è possibile chiudere un Servizio vaccinale dove gravitano quasi 5000 utenti che vanno da zero a 14 anni, dopo la riorganizzazione che ha previsto l’accorpamento ad Isola del Liri anche dei comuni di Monte San Giovanni Campano, Arpino ed Arce. Quel servizio deve funzionare bene. Chiedo alla luce di ciò, un rapido intervento delle autorità preposte Asl e della Regione affinchè un ufficio così delicato non venga più tenuto in sofferenza continua. Al primo posto quando si tratta di salute bisogna mettere i cittadini in questo caso i bambini.”

 

 

Cinzia Cerroni