“Patto per il Lazio”, fondi per la bonifica della Valle del Sacco, infrastrutture e sanità

Un patto da un miliardi e 400 milioni destinati al Lazio per  infrastrutture, sanità, interventi per la difesa del territorio. E’ quello firmato dal  premier Matteo Renzi e dal governatore Nicola  Zingaretti. Un fiume di soldi destinati anche alla provincia di  Frosinone, 16,5 milioni di euro. I fondi  saranno utilizzati per la bonifica della Valle del Sacco, per la riqualificazione della Monti Lepini da Latina a Frosinone, della Frosinone-Sora, della Cassino Formia e in ambito sanitario.   “Serve una straordinaria concretezza. Non c’e’ politica senza amministrazione ma senza concretezza non c’e’ politica”, ha detto Renzi spronando “la classe dirigente” del paese “ad andare oltre il giorno dopo giorno” e apprezzando il lavoro di Zingaretti. Oltre 96 interventi sulla strade e poi le opere strategiche finanziate: La Roma-Lido, la Roma-Viterbo, nodo ferroviario del Pigneto a Roma, Superstrada Orte-Civitavecchia e proseguimento della metro C. Oltre 250 mln per decine di cantieri sanitari e fondi per l’autonomia idrica delle isole di Ponza e Ventotene, la bonifica della Valle del Sacco.”Migliorare la qualità dei servizi e l’ambiente sono l’anima di questa intesa”, dice Zingaretti. Per anni gli stanziamenti per la sanità sono stati fermi e oggi arrivano 251 milioni per rifare le strutture ospedaliere e per pensare alla nuova sanità, il che vuol dire case della salute e sanità territoriale”. Così il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti.  “Rifaremo tutte le maternità e i consultori. È tempo di ripensare alla rete sanitaria che per troppi anni era stata lasciata a margine quindi aumenteranno gli investimenti e miglioreranno le infrastrutture dando anche un nuovo impulso al lavoro che è la grande priorità che abbiamo nel cuore” ha concluso.

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI