Piedimonte S. G. FCA, Ciacciarelli: “Chiesto incontro a Di Maio”

Pasquale Ciacciarelli

 

“Ho scritto una lettera al Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio, richiedendo un incontro, al fine di discutere circa l’imminente provvedimento fiscale del Governo, la cosiddetta “ecotassa”, che dovrebbe andare ad incidere, il condizionale è d’obbligo in attesa di conoscere la versione definitiva, sulle auto di lusso e le auto comunemente identificate come SUV, e di attenzionare, altresì, le devastanti ricadute che il provvedimento della Ecotassa potrebbe determinare in provincia di Frosinone e quindi di chiedere ulteriormente di rimodulare l’imposizione fiscale in modo da salvaguardare i livelli occupazionali del sito produttivo ciociaro. A tal fine, è opportuno ricordare le parole del Chief Operating Officer di Fca per l’area Emea, Pietro Gorlier, il quale ha dichiarato che l’introduzione di questa ecotassa  porterà ad un riesame e cambio del piano industriale, in quanto FCA non sarebbe in grado, né di confermare il piano industriale nella sua integrità, né di proporre scenari alternativi, dovendo ancora quantificare con precisione l’incidenza del provvedimento fiscale. Orbene, come a tutti noto, e come pubblicamente dichiarato dal Ceo Fca Manley nel piano industriale di FCA è prevista nel periodo 2019-2021 una importante operazione di investimenti e adeguamenti delle linee destinati anche al sito produttivo di Piedimonte San Germano (FR), laddove dovrebbe essere prodotto un SUV medio, uno di quelli oggetto del provvedimento fiscale, a marchio Maserati. E’ di tutta evidenza, che se la ecotassa verrà confermata nella sua approvazione finale, con la specifica imposizione fiscale nei confronti anche dei cosiddetti  SUV, con un consistente calo potenziale delle vendite quindi, FCA potrebbe essere costretta, come di fatto già annunciato, a rivedere i propri piani industriali e quindi i propri investimenti che, inevitabilmente, avrebbero riflessi negativi, proprio per il sito produttivo  del Gruppo di Piedimonte san Germano, uno stabilimento che, oltre a dare lavoro a migliaia di persone e quindi famiglie, tra lavoratori diretti ed indotto, costituisce una eccellenza produttiva, non solo per la Ciociaria, ma per l’intera Regione Lazio. E’ indispensabile, quindi, evitare di approvare, da parte del Governo, provvedimenti di natura fiscale che possano indurre FCA ad eventuali disimpegni sul territorio nazionale ed in provincia di Frosinone in modo particolare, un territorio già ampiamente mortificato da una crisi industriale ed occupazionale senza precedenti, che non può in alcun modo permettersi ulteriori penalizzazioni.” E’ quanto dichiara il Presidente della V Commissione Cultura, Spettacolo, Sport e Turismo della Regione Lazio, il Consigliere Regionale Pasquale Ciacciarelli.

Cinzia Cerroni