Piedimonte S. G. FCA, Ciacciarelli presenta un odg per impegnare Zingaretti a mediare con il governo per rivedere l’ecotassa

“Durante il mio intervento in Aula ho annunciato che presenterò un ordine del giorno collegato alla legge di stabilità regionale, in discussione in questi giorni in Consiglio Regionale, in cui si impegna il Presidente Zingaretti e la giunta regionale a porre in essere ogni iniziativa nei confronti del Governo, affinché riveda le proprie determinazioni in ordine alla introduzione della ecotassa, che avrebbe effetti concreti per l’economia industriale e sociale del Lazio Meridionale. A novembre scorso, l’Amministratore Delegato di Fca Mike Manley e il responsabile delle attività europee Pietro Gorlier, avevano annunciato oltre cinque miliardi di investimenti nel periodo 2019-2021, con tredici nuovi modelli o restyling negli impianti italiani, con la 500 elettrica prodotta a Mirafiori, e l’obiettivo della piena occupazione raggiunto al termine del piano. Nella programmazione 2019-2021 il Management FCA ha altresì previsto per il sito di Piedimonte San Germano la produzione di un nuovo suv medio con marchio Maserati. La Legge di Bilancio che sta per essere approvata dal Parlamento, prevede nella sua ultima stesura, dopo diverse modifiche, la previsione di un gravame cosiddetta “ecotassa” che colpirà l’acquisto delle auto immatricolate tra l’1 gennaio 2019 e il 31 dicembre 2021, in base alle emissioni di anidride carbonica, quindi al di sopra dei 160 g/km di CO2. Tale ultima determinazione, colpirà le auto del cosiddetto segmento suv, diesel o a benzina e le auto di lusso. Non più tardi di qualche giorno fa, nel momento in cui il Governo aveva annunciato l’istituzione della originaria ecotassa che avrebbe colpito, nella sua prima stesura, anche i veicoli più piccoli, Pietro Gorlier, come detto capo di Fca per le operazioni negli scenari Europa e Nord Africa, ha ufficialmente dichiarato il congelamento dei propri piani per l’Italia, proprio a causa dell’Ecotassa, con le seguenti parole «Non saremmo in grado né di confermare il piano industriale nella sua integralità, né di proporre scenari alternativi”. La nuova riformulazione della ecotassa, che appare finora poco chiara e che sembra colpire anche i cosiddetti suv, di fatto pone ancora a serio rischio gli investimenti FCA per il sito di Piedimonte, proprio in vista della produzione del nuovo suv medio Maserati, stante la concreta possibilità di una drastica riduzione delle vendite in Italia di questi particolari modelli. Mi preme evidenziare che un eventuale disimpegno di FCA nel Lazio Meridionale costituisce un gravissimo problema legato all’occupazione e allo sviluppo, in un territorio già ampiamente mortificato da una crisi occupazionale senza precedenti. La FCA di Piedimonte San Germano è un patrimonio, non solo per la provincia di Frosinone e per il Lazio intero.” E’ quanto dichiara il Presidente della V Commissione Cultura, Spettacolo, Sport e Turismo della Regione Lazio, il Consigliere Regionale Pasquale Ciacciarelli.

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI