ROMA-CASSINO, AGOSTINI (PD) SMENTISCE ABBRUZZESE (FI)

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
<Il consigliere Abbruzzese evidentemente ha la memoria corta quando parla della Roma- Cassino, visto che quando era presidente del Consiglio Regionale quella stessa linea era in condizioni critiche, ma lui non se ne era neanche accorto. Forse perché la Regione Lazio, quando era Presidente del Consiglio, aveva un debito di 400 milioni con Trenitalia? L’attuale Amministrazione, al contrario della precedente, non solo ha ripianato il debito lasciato dalla Polverini, ma ha lavorato e sta lavorando per migliorare il servizio e per garantire il diritto dei cittadini alla Mobilità>.Lo afferma il consigliere regionale Riccardo Agostini (Pd), membro della commissione Trasporti, che aggiunge: <Abbruzzese forse non sa, o preferisce non ammettere che dal 2013, anno di insediamento dell’attuale Amministrazione regionale, il materiale rotabile nuovo in circolazione sulla Roma-Cassino è passato dal 38% al 77% (nuovi treni Vivalto e Taf revampizzati), con un incremento dell’offerta di posti del 9%, passando da 72mila posti al giorno a 79mila al giorno nei feriali e l’indice di puntualità sull’intera linea è cresciuto del 3% in particolare nell’ultimo anno.Inoltre, grazie a un Protocollo d’Intesa firmato con la Regione Molise, ogni giorno 10 treni veloci da e per Campobasso effettuano anche le fermate intermedie di Cassino e Frosinone, consentendo un ulteriore aumento dell’offerta sulla linea. Se non bastasse – conclude Agostini – ricordiamo ad Abbruzzese che è allo studio l’ipotesi di poter usufruire dell’Alta Velocità per il territorio del Frusinate e, con il nuovo contratto di servizio che a breve sarà sottoscritto con Trenitalia, è previsto il rinnovo di tutto il materiale rotabile delle linee regionali e, di conseguenza, anche la linea FL6 godrà di questo ulteriore miglioramento dell’offerta, sia dal punto di vista quantitativo che da quello qualitativo>.