Sicurezza di ponti e viadotti regionali, emendamento di Ciacciarelli (FI) alla Legge sulla semplificazione

Pasquale Ciacciarelli

“Dopo la lettera al presidente Nicola Zingaretti e all’Astral per il monitoraggio e la messa in sicurezza dei ponti e viadotti del Lazio di competenza regionale, ho presentato un emendamento in Consiglio alla proposta di Legge sulla semplificazione e lo sviluppo, per incentivare le politiche della prevenzione”.

Lo dichiara il presidente della Quinta Commissione Cultura, Spettacolo, Sport e Turismo della Regione Lazio, il consigliere di Forza Italia Pasquale Ciacciarelli. L’iniziativa dell’esponente forzista punta a sollecitare l’Amministrazione della Pisana affinchè adotti “un Piano straordinario di prevenzione dei rischi, con la messa in sicurezza del territorio e delle opere, in particolare ponti e viadotti. Un Piano – spiega Ciacciarelli – basato sulla conoscenza delle caratteristiche dei luoghi e dei pericoli connessi, l’uso di tecniche di monitoraggio e la pianificazione di interventi di manutenzione”.

Per conseguire questi obiettivi la Regione, entro 30 giorni dalla pubblicazione della Legge sulla semplificazione, secondo il consigliere azzurro “dovrà adottare, anche avvalendosi della collaborazione di altri Enti regionali e nazionali, un Piano di prevenzione organico in cui vengano considerati i vari aspetti legati alla sicurezza (geologici, sismici, caratteristiche strutturali degli edifici, viabilità) e le peculiarità architettoniche, paesaggistiche, sociali, economiche dei territori. E che sia soprattutto fondato sulla conoscenza tecnico-scientifica delle costruzioni e delle pericolosità geologiche. Ritengo – conclude Ciacciarelli – che dopo l’immane tragedia che ha colpito Genova e l’intera Penisola con il crollo del Ponte Morandi, che ha provocato più di 40 vittime oltre i feriti e gli sfollati, sia necessario e improcrastinabile sviluppare nel Lazio un piano straordinario di messa in sicurezza del territorio e delle opere, in particolare ponti e viadotti, avvalendosi di esperti del settore e di enti deputati alle verifiche”.