Intitolata a Bordin la Sala Stampa del Consiglio Regionale del Lazio

La Sala Stampa del Consiglio regionale del Lazio porta da stamattina il nome di Massimo Bordin, lo storico giornalista di Radio Radicale scomparso lo scorso 17 aprile. A scoprire la targa, nella ‘cittadella’ della Pisana a Roma, il presidente del Consiglio Mauro Buschini (Pd) insieme con il direttore di Radio Radicale Alessio Falconio, la giornalista Daniela Preziosi, compagna di Bordin, il figlio Pierpaolo e il capogruppo di +Europa Radicali del Lazio Alessandro Capriccioli.

“E’ stato il mio primo atto da presidente – ha detto Buschini
– con l’accordo di tutti i consiglieri. A Bordin vogliamo dare
un’altra casa qui, che e’ la casa di tutti i cittadini del Lazio.
Tutti noi gli dobbiamo qualcosa” ha aggiunto, ricordando quando era un giovane militante “e c’era un vecchio compagno che ci portava in auto in Federazione e ci suggeriva gia’ dalla mattina quali giornali comprare perche’ c’erano gli articoli piu’ interessanti. ‘E tu come fai a saperlo?’ chiedevamo. E lui: ‘Tu la mattina ti devi sentire Bordin, cosi’ sei gia’ preparato’. Vogliamo ribadire l’importanza dell’informazione libera, non spegnere la voce di chi fa il suo mestiere libero dai condizionamenti – ha concluso – specie oggi che arrivano messaggi duri verso i giornalisti”.

Cinzia Cerroni