CALCIO B, LE PAGELLE DI SPEZIA – FROSINONE 1-1

Il Frosinone pareggia al Picco di La Spezia per 1-1 e si porta a quota 24 punti in classifica, preceduto dal Palermo capolista a quota 25. Decidono nella ripresa il goal di Daniel Ciofani (che si sblocca dopo quasi due mesi) e il rigore dubbio realizzato da Alberto Gilardino. Nel complesso un pari che, per ciò che si è visto nei 90 minuti complessivi, non può ritenersi giusto in quanto la squadra laziale avrebbe molto da recriminare per l’azione del goal concesso ai liguri.

PAGELLE

Bardi – 6,5: compie dei buoni interventi nel primo tempo. Sfortunato sul rigore, dove intercetta senza riuscire a deviare in angolo il missile rasoterra del Gila.
Brighenti – 6,5: aveva un cliente difficile come Gilardino ma non delude le attese e gioca un’ottima partita.
Terranova – 7: fondamentale nelle chiusure, mai anticipato dagli attaccanti della formazione di casa; concede pochissimo.
Krajnc – 6,5: dopo quattro panchine consecutive non era semplice per lui tornare in campo. Gara attenta senza molte sbavature.
Matteo Ciofani – 6: nel primo tempo spinge con insistenza e tenta in un’occasione anche la fortuna.
Maiello – 6: da migliorare l’intesa con Besea ma era prevedivile che il centrocampista partenopeo trovasse delle difficoltà nel duo di centrocampo. Gara più di quantità che qualità.
Besea – 6: alla prima da titolare si fa trovare pronto, smista palloni e non disdegna. Acquisterà ancora più fiducia aggiungendo altri minuti nelle gambe.
Beghetto – 6: bene sia da esterno (dove spinge con insistenza) che da interno di centrocampo. Sfortunato in occasione del rigore (ma il braccio, lo sappiamo tutti, era attaccato al corpo).
Ciano – 7: l’uomo più pericoloso in casa Frosinone, avesse segnato quel goal col sinistro sarebbe venuto giù l’intero stadio. Sempre presente, detta i ritmi in maniera esemplare. Valore aggiunto.
Daniel Ciofani – 6: gara di sacrificio. Lotta continuamente con i difensori e alla fine trova un goal molto importante; bellissimo il gesto per il suo compagno di squadra Sammarco al momento dell’esultanza.
Dionisi – 5: da un suo guizzo nasce la rete di Ciofani ma ancora non è al top; qualche atteggiamento sopra le righe (vedi la restituzione del pallone a gioco fermo nel primo tempo) e il pubblico che non smette mai di beccarlo ne influenzano decisamente la gara.

Moreno Longo – 6: prova a spostare più volte gli equilibri, inserendo Crivello e Citro nel finale. Forse l’unico errore lo commette sostituendo Ciano una volta essere andato in vantaggio: la squadra ne risente e, come naturale che sia, schiacciandosi all’indietro, prende goal.

CONDIVIDI