La “radecata” di Ottaviani al Pisa

Il sindaco di Frosinone brandisce la "radeca" dal campanile

La “radecata” al Pisa, che ovviamente tutti i ciociari auspicavano, è riuscita a metà perché il Frosinone porta via dalla Toscana un punto. Va detto, un ottimo punto, perché comunque rafforza il primato in classifica e consente di ricevere il Verona in casa, mal che vada, a pari merito con gli scaligeri. La “radecata”, l’ha comunque scoccata il sindaco di Frosinone, Ottaviani, che proprio oggi ha brandito dal campanile il simbolo del Carnevale frusinate in segno di apertura dei festeggiamenti. Egli, in occasione della gara contro il Pisa è protagonista di un siparietto epistolare via face book con un cronista pisano con il quale, si evince, c’era stato un precedente de visu. Il cronista, Andrea Rossi, che evidentemente non aveva dimenticato quel precedente occorso tre anni fa, ha postato sulla bacheca del Sindaco un invito alquanto minaccioso: “L’aspettiamo molto volentieri a Pisa, così stavolta ce lo fa vedere a casa nostra come “vi butto giù dalla torre”…, se fosse un uomo dopo aver fatto il leone a casa sua verrebbe a fare il leone anche qua, ma ho i miei dubbi. Noi comunque l’aspettiamo…”. Secondo Rossi, dunque, Ottaviani avrebbe proferito in un precedente incontro tra le formazioni delle rispettive città, una frase alquanto forte. Nella salace e ironica risposta del Primo cittadino frusinate, però, la sua versione: “Buongiorno signor Andrea Rossi. Vale la pena ricordare che, da sindaco di Frosinone, non ho mai auspicato il crollo di una torre e men che altro di quella storica e gloriosa di Pisa. Ma, in occasione del goal di Paganini, al quarantaseiesimo del secondo tempo dell’incontro al Matusa con il Pisa, in lega pro, tre anni fa, mi limitai a chiedere ad un giornalista se il clamore del risultato fosse stato avvertito anche a piazza dei Miracoli. La ringrazio per l’invito a ricevere il suo caloroso abbraccio in giornata, e cercherò di essere presente dopo aver inaugurato, questa mattina, il Carnevale frusinate dal Campanile del nostro capoluogo, da dove verrà esibita la mitica radeca ciociara. Spero, peraltro, di farle un omaggio diretto in giornata di uno dei nostri esemplari di radeca, non prima però che lei si sia documentato circa la portata storica del fenomeno”.

 

Dario Facci on BloggerDario Facci on FacebookDario Facci on Youtube
Dario Facci
Direttore at Pertè Online
Dario Facci è un giornalista e un fotografo, ha iniziato nella rivista mensile “Lo Stato delle Cose” e ha lavorato presso RTM RadioTeleMagia, RTM Televisione, TVN Televisione, Lazio Tv. Ha diretto Ciociaria Oggi, l’edizione frusinate de L’Opinione, Accademia del Buongustaio, Numero Zero, Perté Magazine, Il Regionale, La Provincia Quotidiano.

E’ attualmente direttore di Perté Week, Perté Online e Radio Pertè. Ha collaborato con L’Unità, La Repubblica, Sinistra Europea, Qui Magazine, To Be, Ciociaria Turismo. Sue fotografie sono state pubblicate su Ciociaria Oggi, La Repubblica, L’Unità, iI Tempo, La Gazzetta del Mezzogiorno, Novi Listi Glas Istri (Croazia), Primer Acto (Spagna), Village Voice (Stati uniti d’America), La Maga (Cile), To Be, Qui Magazine, Accademia del Buongustaio, Numero Zero, Pertè Magazine, Perté Week