Pallavolo Superlega: Taiwan Excellence Latina sconfitta a Perugia 3 a 1

La Taiwan Excellence Latina perde 3 a 1 a Perugia e assiste alla grande festa degli umbri che per la prima volta nella storia conquistano il primato nella regular season. E lo fanno con due giornate d’anticipo, festeggiando tra l’altro la sicura partecipazione alla Champions League del prossimo anno. I pontini di Vincenzo Di Pinto hanno cercato di sorprendere gli avversari giocando un primo set praticamente perfetto chiuso sul 25-16. Poi però è uscita la caratura tecnica della squadra di Lorenzo Bernardi e per Sottile e compagni c’è stato ben poco da fare. 25-16, 25-21, 25-10 i restanti parziali. E se Perugia festeggia il primo gradino del podio, Latina resta isolata all’undicesimo posto e con due giornate ancora da giocare c’è Monza davanti con quattro lunghezze di vantaggio. Insomma, anche se la matematica dà ancora speranze, l’impressione generale è che la Taiwan chiuderà undicesima e da lì partirà l’assalto al girone per la Challenge. A Perugia sugli scudi Starovic autore di 15 punti. Primo set a parte, gli ospiti hanno pagato soprattutto il servizio avversario, da sempre un’arma letale per gli umbri. “E’ un anno difficile- ha ammesso Daniele Sottile-, contro Perugia ci abbiamo provato, poi loro hanno messo pressione al servizio e sono venuti fuori. Merito a loro che sono una grandissima squadra. Adesso abbiamo il torneo per la Challange, abbiamo il tempo per prepararci e andare più lontano possibile”. Sulla stessa lunghezza d’onda Cristian Savani. “Abbiamo dato tutto- ha sottolineato-, noi non stiamo facendo il Campionato che ci aspettavamo per una serie di motivi e a Perugia abbiamo provato a fare “all in” cercando il colpaccio. Siamo stati bravi nel primo set, con Perugia che ha sbagliato più del solito, poi loro sono usciti fuori ed è finita come da pronostico. Ma sono contento perché, nonostante il momento per noi duro, abbiamo dimostrato almeno nel primo set di poter dire la nostra”. La Taiwan tornerà in campo domenica al PalaBianchini per ospitare Padova.