SERIE B, IL FROSINONE BATTE 2-0 L’AVELLINO IN AMICHEVOLE

Il Frosinone inizia nel migliore dei modi il nuovo anno battendo l’Avellino per 2-0 in amichevole. Un buon test per recuperare la migliore forma fisica e farsi trovare pronti per il prossimo fine settimana, alla ripresa del campionato.

Frosinone in campo con l’ormai consueto 3-4-1-2: in porta c’è Bardi; Terranova, Brighenti ed Ariaudo in difesa; Matteo Ciofani e Beghetto sugli esterni, Besea e Maiello a centrocampo; in avanti il trio Soddimo, Dionisi e Daniel Ciofani.

Risponde l’Avellino (4-4-1-1): tra i pali Radu; Ngawa, Marchizza, Kresic e Falasco a completamento del reparto difensivo; Molina, Di Tacchio, D’Angelo e Bidaoui in mezzo al campo; in attacco Gavazzi ed Asencio.

Nemmeno un giro di lancette e i campani si fermano sul palo: il Frosinone si fa trovare scoperto sulla sua corsia di destra, Falasco va indisturbato al cross e Asencio di punta colpisce il legno non beffando per poco Bardi. Bella trama del Frosinone all’8′ con Dionisi che serve sulla corsa Matteo Ciofani: cross per il colpo di testa di Daniel Ciofani e palla alta sulla traversa. Al 12esimo da un inserimento di Besea scaturisce una punizione per fallo sul mediano giallazzurro: va Dionisi sulla palla e Radu para a terra. Si prosegue al piccolo trotto e nel complesso è la formazione ospite a creare qualcosa in più soprattutto sull’out di destra grazie all’asse Bidaoui-Falasco. La svolta della partita avviene al 18esimo. Besea ruba palla e serve Daniel Ciofani; palla a Soddimo che taglia in due la sinistra dei lupi e detta al centro per Dionisi che arpiona poco oltre il dischetto del rigore e infila il goal che vale l’1-0. Dopo il vantaggio la squadra va a memoria e costringe l’Avellino a chiudersi in difesa. Il raddoppio è servito qualche minuto dopo. Beghetto va al cross, bel movimento di Dionisi che colpisce il pallone di testa ma Di Tacchio in copertura ci mette il braccio e per l’arbitro è rigore: Daniel Ciofani non perdona e firma il 2-0 dagli undici metri.

Al rientro degli spogliatoi, Longo manda in campo Vigorito al posto di Bardi dal primo minuto. La vera novità è rappresentata dal rientro in campo di Paganini (la sua prima assoluta al Benito Stirpe) a 4 mesi e 5 giorni dall’infortunio al legamento crociato del ginocchio sinistro occorsogli a Pescara lo scorso 8 settembre. Ridisegnato anche l’assetto difensivo con l’entrata sul campo di Russo e Krajnc. Seconda parte di gioco senza particolari sussulti, fatta eccezione per una palla-goal capitata a Paganini allo scadere che però sbatte sulle gambe di un difensore biancoverde.

Ospite d’eccezione su di un palchetto dello stadio: Raman Chibsah, tornato in Ciociaria proprio in questa settimana come finora primo colpo di mercato di gennaio per il club gialloazzurro, in compagnia del presidente Maurizio Stirpe e del vice-presidente Vittorio Ficchi. Il calciatore ex Benevento, alla ripresa del campionato, sarà sicuramente un elemento di enorme spessore per il tecnico Moreno Longo.

CONDIVIDI