Volley A2. Storica Globo, è in finale play off

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La Globo Sora batte la Maury’s Italiana Assicurazione Tuscania, vince Gara 3 di Semifinale Play Off Promozione Serie A2 UnipolSai e stacca il pass per la Finale. Il Pala “Luca Polsinelli” una vittoria così non l’aveva mai vissuta, una gioia così non l’aveva mai provata e una festa così non l’aveva mai fatta. Ma è tutto vero, i ragazzi dei coach Soli e Colucci domenica 1 maggio scenderanno in campo per giocarsi il turno Finale, quello che assegnerà la promozione nella massima serie, la SuperLega. Sora questa volta si fa trovare pronta all’appuntamento con la storia, gioca la sua pallavolo e mette in campo tutto quello che il suo pubblico, il suo allenatore e la sua società le chiede.  La Finale Promozione è un turno che non ha mai giocato nei sette anni di militanza in Serie A2 e dunque una Semifinale Play Off non l’aveva mai vinta, ma ora, alla quarta partecipazione, con in mano il match ball si è superata regalando alla società Argos Volley quel passo in più che da tempo si aspettava. Fabroni e compagni hanno messo in campo ciò che mancava per essere simili alla perfezione ed è questo che gli ha permesso di chiudere la serie con solo tre gare e di regalare a tutti quel sogno sfuggito per tre volte in sei campionati. Una grande prestazione dunque, figlia della grande continuità e della maggiore intensità con il gruppo che quest’anno è davvero l’unione e l’amalgama giusta per fare la differenza. Al fischio d’inizio del signor Luciani Ubaldo coadiuvato dal signor Turtù Marco, la guida tecnica sorana schiera in campo Fabroni opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Bacca, e Santucci libero. In avvio di gara Monopoli si affida al suo opposto Mrdak ma la strategia non è per il momento vincente e Sora è subito avanti 4-1. Non tarda ad arrivare il contro break con Ottaviani sugli scudi in attacco e a muro per l’aggancio e sorpasso del 5-7. Giusto il tempo di due azioni per Bacca e Hoogendoorn per rimettere tutto in parità 7-7. Si prosegue punto a punto fino al 10-11 quando con il muro a uno di capitan Fabroni ai danni di Shavrak, i padroni di casa sono di nuovo avanti 13-11. Con Rosso il vantaggio viene mantenuto fino al 17-15 quando Mrdak rimette tutto in parità e coach Soli ferma il gioco. Al rientro in campo dal time out discrezionale la Globo viaggia con una lunghezza di vantaggio grazie all’ace di Hoogendoorn non contenuto in ricezione da Bonami per il 20-19 così è la guida tecnica ospite a richiamare i suoi. Con l’altro ace di Marrazzo il tabellone segna il 22-20 e allora ancora un minuto di sospensione per coach Tofoli. Rosso manda in tilt la difesa avversaria e l’ace di Buzzelli, subentrato nel fondamentale a Giglioli, regala tre set ball al Pala Luca Polsinelli. Tuscania però non molla e si ripropone insidiosamente con l’ace di Shavrak che vale 24-23 ma poi è lo stesso schiacciatore a mandare in rete la battuta che chiude il set 25-23. Il secondo game si apre con lo stesso copione del precedente, 4-2 della Globo e la parità del 7-7 con i sestetti che provano a scappare e a rincorrersi. Con il block granitico di Hoogendoorn ai danni di Shavrak e il mani e fuori di Bacca, i ragazzi di coach Soli tornano alla conduzione 10-8. Ferma tutto mister Tofoli e dopo lo stop Calonico spezza il gioco avversario, ma il primo tempo di Giglioli riporta il servizio nella sua metà campo e lo consegna nella mani di Bacca. Turno importantissimo se non fondamentale questo con un mini break positivo che porta la Globo sul +5 del 15-10. L’allenatore ospite da un po’ di respiro a Shavrak sostituendolo con l’Under Mazzon, ma la musica non cambia con il 17-11 firmato dall’astuzia di Rosso e il 19-12 con Hoogendoorn in attacco e l’errore di Mrdak. È il momento di Sperandio che sulla rete blocca tutte le intenzioni delle bocche da fuoco avversarie per il +8 del 21-13. Tofoli cambia le carte in tavola affidando la regia del suo gioco a Hueller e un punto per volta Tuscania riduce il gap fino al 22-18, l’ace di Hoogendoorn però vale ben sei set ball. Mrdak e Hueller di seconda intenzione ne annullano due ma la palla di Bacca, spinta d’intelligenza nelle mani del muro avversario, chiude anche il secondo set in favore della Globo che con il 25-20 è a più della metà dell’opera. Premono subitosull’ acceleratore i volsci mentre i ragazzi della Tuscia diventano fallosi per il 5-2 trasformato nel 7-3 dal muro di Bacca ai danni dell’opposto avversario. Grande difficoltà nella metà campo ospite che non riesce né a contenere Sora e né a contrastarla con il tabellone che sale sul 10-4. La Globo mantiene ben stretto il suo vantaggio passando per il 14-9 e 16-12. Prova a non mollare la presa la Maury’s Italiana ma Hoogendorn porta la contesa sul 20-15. La stoccata finale arriva dal centro con Giglioli che fa scrivere a referto il 23-17. Hueller manda out la battuta che vale il match e coach Tofoli chiede il Video Check forse più per parlare con i suoi, e infatti l’occhio elettronico conferma la decisione del giudice di gara per il 24-18. L’attacco di Mrdak chiude la stagione della Maury’s Italiana Assicurazione Tuscania e il tocco di seconda intenzione di capitan Fabroni il match che vale la prima storica Finale Promozione della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora.

CONDIVIDI