Cervaro. Appalto rifiuti, arrestato il sindaco

Corruzione e turbativa d’asta per l’aggiudicazione della gara d’appalto dei rifiuti solidi urbani, questa l’ipotesi d’accusa per la quale sono finiti agli arresti domiciliari  il sindaco del comune di Cervaro, Angelo D’Alesio, l’ex vicesindaco,  un assessore, un tecnico comunale ed un imprenditore di una ditta di rifiuti. Avrebbero, secondo le accuse, agito in concorso tra loro, favorendo la società designata all’aggiudicazione della gara indetta dallo stesso comune. Ad eseguire i provvedimenti, emessi dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Cassino,  su richiesta della locale Procura della Repubblica,  il gruppo dei Carabinieri Forestali di Frosinone, coadiuvati nella fase esecutiva dai carabinieri del Comando provinciale di Frosinone.

Cinzia Cerroni