Morolo. L’ex sindaco Girolami abbandona il Pd:”Nessun appoggio in campagna elettorale”

A conclusione della campagna elettorale e dell’avvenuta proclamazione degli eletti, Enzo Moriconi, candidato Sindaco della lista civica “Morolo Futura” desidera “dire grazie a tutti i 931 elettori ed elettrici che hanno manifestato fiducia alla nostra lista, rivolgendo lo sguardo verso il futuro”. Il nostro candidato a
Sindaco precisa che “come lista civica abbiamo lottato contro due liste che hanno manifestato di avere un unico obiettivo: restaurare il ‘vecchio’ contro la possibilità di un cambiamento che con noi sarebbe stato
vero ed autentico”. Il desiderio di restaurazione del “vecchio”, “appare evidente – ci tiene a precisare Moriconi – e si evince dallo scarsissimo risultato ottenuto dalla lista ‘Morolo Unita’, in cui sono sicuro, la
quasi totalità dei loro candidati era ignara dell’inciucio messo in atto”. L’avere comunque “a cuore il futuro di Morolo – conferma il nostro maggiore esponente – ci consentirà anche sui banchi dell’opposizione di lavorare per la comunità insieme ai nostri nuovi giovani Consiglieri Massimo Misercola e Chiara
Evangelisti”. Anna Maria Girolami, Sindaco uscente, ci tiene “a ringraziare i cittadini di Morolo per i quali in dieci anni di amministrazione” conferma di “avere svolto le funzioni di Sindaco cambiando volto al paese
attraverso la dotazione di strutture e l’ammodernamento delle tante esistenti, per assicurare una migliore quotidianità ai cittadini”. Contenta “del risultato ottenuto che conferma comunque la stima consolidata alla
guida della città”, Girolami precisa che non siederà “sui banchi dell’opposizione, non avendo stima di chi con accordi trasversali e regie estranee alla nostra comunità, ora amministrerà Morolo, lasciando spazio
alla candidata più giovane della lista che con responsabilità e consapevolezza si affaccia all’esperienza amministrativa”. Anna Maria Girolami conferma, inoltre, “di continuare comunque ad assicurare il suo apporto ad Enzo Moriconi ed agli altri due consiglieri” precisando però “di non volere più militare all’interno del Partito Democratico, considerato l’atteggiamento e lo scarso appoggio avuto in questa campagna elettorale amministrativa” affermando “di uscire ufficialmente e definitivamente dalle fila di questo partito”.

Cinzia Cerroni